L’amore e la luce violata

Avrebbero dovuto farti sapere che cosa accade quando il tuo piccolo corpo si ricompone quando all’improvviso il tuo sguardo si ferma su quell’uncino maledetto e cerchi di capire che cosa è stato quel dolce caramellato che poco fa hai ingoiato con tanta bramosia. Non ti era mai capitato di assaggiarne uno. Vieni dai borghi, dalle fogne, vieni dalle ristrettezze e il cibo lo cerchi tra i bidoni della spazzatura. Nessuno sa bene che hai fatto amicizia con i topi della fogna vicino alla tua branda, nessuno sa bene che con i topi dividi un pezzo di pane raffermo ed una crosta di formaggio ammuffito e duro.

Avrebbero dovuto farti sapere…….che non è questa la vita che pensavi di potesse aspettare.

Avrebbero dovuto farti sapere……..che un bacio d’amore è come un raggio di sole che ti scalda dalla testolina fino giù giù alle estremità del tuo corpicino. Che un bacio d’amore ti sazia e ti compensa dal dolore dei morsi della fame e ti scalda come solo il corpo di una mamma può fare.

Avrebbero dovuto farti sapere……che è proprio nei bidoni della spazzatura dove vai per cercare un po’ di cibo ci sono i tentacoli adunchi che ballano di fronte ai tuoi occhi per offrirti carte colorate e tentatrici. Quelle piccole cartuccelle che quando le apri scoprono una serie di profumi e sapori che ti fanno gioire e gridare di gioia. Allora pensi che quel tentacolo adunco che un po’ ti fa paura perché non profuma di fiori e di lavanda come ogni tanto ti capita di sentire quando vai sul corso a guardare le signore che passeggiano, è il tentacolo di un benefattore, il tentacolo di qualcuno che ti vuole bene veramente. Lo segui. Sei felice perché sei convinto che ti arriveranno altre carte colorate che nascondono le dolcezze che ti riempiono il cuore e ti fanno sorridere.

Ecco è arrivato il momento il tentacolo si ferma. Si ferma in un bosco pieno di profumi di pino dove sono fiorite le viole ciocche, dove gli iris selvaggi si ergono in tutta la loro bellezza. E’ il mondo delle fiabe. Allora è vero che esistono questi posti, ti chiedi. E pensi che da un momento all’altro appaia una fatina che con la sua bacchetta magica ti chieda: piccolo esprimi un desiderio ed io te lo realizzerò. Ecco ora sorridi scoprendo le tue gengive rosa. Il tuo riso è contagioso tanto che guardi il Tentacolo che ti ha portato fin là e vorresti abbracciarlo per dirgli grazie, grazie per avermi regalato questo grande sogno.

Ma quando ti giri fiducioso verso di lui, avverti un dolore, ma un dolore così acuto che neanche riesci a gridare. Fai appena in tempo a pensare a quella cartuccella rosa, a quel sapore dolce che ti aveva tanto scaldato il cuore. E un attimo di secondo hai ricordato una frase che ti disse un giorno il topo amico, quello con il quale dividevi il pane duro e le scorze di formaggio ammuffito.

Ti disse: mi raccomando piccolo mio non ti fidare mai delle prelibatezze che ti fanno assaggiare i Tentacoli che girano dalle nostre parti. Se vedi che hanno le scarpe, che indossano dei vestiti nuovi e che sorridono alla tua ingenuità scappa, corri via da loro più velocemente che puoi. Se cadi rialzati e scappa, scappa perché quei Tentacoli con le scarpe che indossano vestiti nuovi sono la feccia, la merda residua di esseri viventi maledetti da Dio. E i maledetti da Dio sorridono soltanto alle urla ed alle grida di dolore dell’INNOCENZA VIOLATA.

Ecco avrebbero duvuto farti sapere che………

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...