Involtini di Carletto

 

Se vi piacciono le cotolette di carne panata vi passo una ricetta talmente golosa che non potrete fare a meno di fare e rifare. Come la conosco? Cucinata da un godurioso amico di nome Carletto simpaticissimo, un po’ siculo un po’ romano.

Le dosi sono ad occhio e a gusto.

Prendete delle fettine di carne sottili. Battetele ben bene. Passatele soltanto nel pane grattato, senza uovo. Schiacciatele ben bene e poggiatele in fila su di un tagliere.

In una ciotola capiente:  una buona dose di formaggio grattugiato (quello che più gradite), una manciata di pepe, piccoli pezzettini di prosciutto cotto e una spruzzatina di mozzarella a pezzettini. Girate ben bene l’impasto (senza uova mi raccomando) e mettetene un po’ sopra ogni fettina che già avrete panata. Terminata l’operazione e quando tutte le fette di carne saranno riempite dal composto giratele per farne degli involtini ben stretti che chiuderete con uno stecchino. Potrete gustarli in due modi: o alla griglia oppure al barbecau.

Bastano pochi minuti per cuocerli. Girateli ovviamente con delicatezza.

Un consiglio: fatene tante perché sono talmente golose che ci sarà una lotta a chi ne mangerà di più.